top of page

Come funziona la psicologia scientifica e i metodi evidence based

Aggiornamento: 12 dic 2023


psicologia scientifica

La psicologia scientifica utilizza metodi terapeutici evidence based (con prove di efficacia) perché utilizza il metodo sperimentale, non procede “a casaccio”.

In questo articolo ti parlerò di:

  • metodo sperimentale e scientifico che utilizzo e di cui si servono approcci terapeutici scientifici come quello cognitivo comportamentale

  • psicologia ingenua: cos’è e come funziona

  • psicoterapia integrata: cos’è e a cosa serve

Se ti sembra troppo complicato puoi leggere la storia di Martina, in cui spiego gli stessi concetti attraverso il racconto di una donna che aveva la fobia dell’ascensore.

Ma ora iniziamo con la psicologia scientifica e il metodo sperimentale.


La psicologia scientifica e il metodo sperimentale

La psicologia è la scienza che studia il comportamento umano, i processi di pensiero, l’affettività e le relazioni tra gli esseri umani ed ha la finalità di promuovere il benessere dell’individuo e della collettività.

Tutti i protocolli e le tecniche che uso nei miei percorsi terapeutici, ci tengo a sottolinearlo, è scientifico, ovvero è stato validato da équipe di esperti ricercatori in psicologia e psicoterapia che testano e valutano i protocolli terapeutici.

Eccome come procedono gli psicologi ricercatori con il metodo sperimentale:

  • Osserva il comportamento umano in laboratorio e/o nella vita quotidiana

  • Ipotizza delle teorie

  • Procede per prove ed errori con metodi diversi

  • Esclude i metodi che hanno ricevuto basse percentuali di efficacia

  • Tiene in considerazione solo i metodi che hanno ottenuto alte percentuali di efficacia (di solito maggiori del 90%)

  • Elimina le teorie non confermate

  • Conferma le teorie valide

  • Stila dei protocolli terapeutici scientifici

Da questo punto del processo in poi entra in gioco lo psicologo psicoterapeuta che solitamente i pazienti incontrano in studio e che ha scelto sceglie di formarsi ed utilizzare i protocolli scientifici come quello cognitivo comportamentale o il metodo EMDR.

Ed ecco come procede lo psicologo in terapia con il paziente:

  • Inquadra il problema o la domanda di aiuto del paziente

  • Raccoglie in modo approfondito la storia di vita e comprende il funzionamento psicologico del paziente.

  • Sceglie il protocollo terapeutico scientifico più adatto per il problema del paziente

  • Tiene conto delle differenze individuali e della storia di vita del paziente

  • Adatta i protocolli inserendo altre tecniche e strumenti necessari alla singola persona

  • Stila un piano terapeutico personalizzato tenendo conto di tutto ciò che serve al paziente per superare la sua difficoltà.

Non esiste un piano terapeutico uguale ad un altro perché non esiste un individuo uguale ad un altro, sebbene possano presentare un sintomo uguale.

Hai visto che gran lavorone?

Gli psicologi ricercatori, dopo aver conseguito la laurea in psicologia e il dottorato di ricerca, lavorano ogni giorno provando metodi e osservando e analizzando il comportamento umano.

Gli psicologi psicoterapeuti, dopo aver conseguito la laurea in psicologia, la specializzazione quadriennale in psicoterapia e anni di tirocinio professionalizzante, si formano di continuo sui nuovi protocolli e li applicano ai pazienti in modo personalizzato. E inoltre, elemento importantissimo che sarà oggetto di un prossimo articolo, lavorano con il paziente per costruire una buona relazione terapeutica, indispensabile per la riuscita del percorso.

E’ solo l’unione di tutti questi processi e competenze che si definisce scientifico e che aumenta in modo molto significativo le probabilità che un percorso di psicoterapia abbia successo.

E nonostante tutto questo lavoro, non è possibile comunque garantire un’efficacia del 100% dato che stiamo parlando di esseri umani.

Quindi, caro lettore, non credere a chi, sulla base della propria esperienza personale o di un consiglio ti promette o ti vende una soluzione “ingenua” sicura al 100%: è davvero una bufala!

“Premia la scienza e la ricerca e sarai premiato”

Quale approccio di psicoterapia è più efficace?

La psicoterapia è un campo complesso e vario e ci sono diversi approcci che possono essere efficaci in base alle esigenze e alle caratteristiche specifiche del paziente e in base al disturbo o problematica che lo affligge. Alcuni degli approcci più comuni includono la terapia cognitivo-comportamentale, il metodo EMDR, la terapia familiare (soprattutto per i minori) e la terapia psicodinamica.

La ricerca ha dimostrato che tutte queste forme di terapia possono essere efficaci, a seconda del paziente e del problema specifico che si sta trattando.

Per questo motivo i percorsi che offro sono strutturati nella cornice di riferimento dell’approccio cognitivo comportamentale ma integrati con altri metodi e strumenti che ritengo opportuni caso per caso, come il metodo EMDR e la Psicologia Digitale.


Cos’è la psicoterapia integrata?


psicoterapia integrata

La psicoterapia integrata è un approccio terapeutico che combina diversi metodi e tecniche terapeutiche per creare un trattamento personalizzato per ogni paziente.

L'obiettivo della psicoterapia integrata è quello di fornire un trattamento completo e ben arrotondato per i problemi psicologici e comportamentali del paziente, tenendo conto del contesto culturale, sociale ed emotivo in cui vive.

Questo approccio può essere utile per pazienti che non hanno risposto ad altri tipi di terapia o che necessitino di un trattamento personalizzato che aderisca alle loro esigenze individuali.

Nel mio lavoro di integrazione di metodi e tecniche terapeutiche mi lascio guidare sempre dalla scienza perché ci tengo che i trattamenti abbiamo alte percentuali di efficacia. Non integro nei miei percorsi tecniche di tendenza ma solo quelle riconosciute scientifiche dagli enti di ricerca internazionali.

Credo nella scienza e offro psicologia scientifica.

Ma vediamo meglio cosa si intende per psicologia scientifica e i relativi metodi terapeutici evidence based (con prove di efficacia).


Cos’è la psicologia scientifica?

La psicologia scientifica è un campo di studio che utilizza metodi e protocolli scientifici per comprendere e studiare il comportamento umano.

Questo approccio si basa sulla raccolta di dati empirici e sperimentali, sulla formulazione di teorie e ipotesi testabili e sulla verifica di tali teorie attraverso osservazioni e sperimentazioni controllate.

Gli psicologi scientifici cercano di spiegare e di prevedere il comportamento umano attraverso l'analisi del funzionamento del cervello, dei processi cognitivi, dell'interazione sociale e delle influenze dell'ambiente.

La psicologia scientifica è un importante ramo della scienza che viene applicato in molte aree della vita, dall’educazione alla salute mentale, passando per il mondo del lavoro e la terapia.

La ricerca in psicologia scientifica a volte viene condotta in laboratorio, altre volte osservando e analizzando le persone nella vita quotidiana e seguendone il loro sviluppo nel tempo, come avviene negli studi longitudinali.

Come avviene nel metodo sperimentale, si tiene conto di tutti i dati iniziali e finali.


Differenze tra psicologia scientifica e psicologia ingenua

La psicologia scientifica si basa sull'utilizzo di metodi rigorosi e sistematici per studiare il comportamento umano. Gli psicologi scientifici utilizzano la ricerca empirica, l'esperimento, i test, l'osservazione e l'analisi statistica per raccogliere dati sulla mente e sui comportamenti umani.

La psicologia ingenua, invece, si basa sulla conoscenza intuitiva e quotidiana che le persone hanno sulla mente e sul comportamento umano. La psicologia ingenua si basa su giudizi di valore personali o opinioni piuttosto che su prove empiriche.

In altre parole, la psicologia scientifica si basa sull'evidenza empirica e sull'applicazione di metodi e tecniche di ricerca per studiare la mente e il comportamento umano in modo oggettivo e sistematico, mentre la psicologia ingenua si basa sulla comprensione del comportamento umano sulla base di opinioni personali, giudizi di valore e credenze popolari non necessariamente basate su fatti.


Quando nasce la psicologia scientifica?

La psicologia scientifica nasce nel XIX secolo grazie all'opera di diversi studiosi, tra cui Wilhelm Wundt, considerato il padre della psicologia sperimentale. Nel 1879 Wundt aprì il primo laboratorio di psicologia sperimentale presso l'Università di Lipsia, dando il via ad una nuova era nella comprensione della mente umana. Altri importanti contributi alla nascita della psicologia scientifica vennero da studiosi come William James e Sigmund Freud.

Il primo esperimento scientifico in psicologia, noto come l'esperimento sulla reazione del tempo, si basava sulla misurazione del tempo impiegato dai partecipanti a rispondere a una stimolazione acustica.

Wundt ha creato un dispositivo chiamato T-sulky che ha emesso un suono quando i partecipanti hanno premuto un pulsante. Il tempo impiegato dai partecipanti a rispondere è stato misurato con un cronometro. Wundt ha utilizzato la tecnica dell'introspezione, chiedendo ai partecipanti di descrivere le loro esperienze mentre compivano il compito. Ha cercato di identificare le leggi fondamentali dell'esperienza mentale attraverso l'analisi delle descrizioni dei partecipanti.

Questo esperimento ha contribuito a gettare le basi della psicologia come scienza e ha introdotto l'idea che i processi mentali possono essere studiati attraverso l'osservazione e la misurazione oggettiva.

Quali metodi ed approcci usa la psicologia scientifica?

La psicologia scientifica si avvale di numerosi metodi ed approcci per studiare il comportamento umano e i processi mentali. Alcuni dei più comuni includono:

  • Metodi di ricerca empirica: la psicologia scientifica utilizza il metodo scientifico per raccogliere dati empirici, attraverso la ricerca sperimentale, osservazione sistematica, interviste, questionari e sondaggi.

  • Approcci teorici: la psicologia scientifica si avvale di diverse teorie per spiegare il comportamento umano, ad esempio la psicologia cognitiva, la psicologia dello sviluppo, la psicologia sociale, la psicanalisi, la psicologia comportamentale e la neuropsicologia.

  • Analisi statistica: la psicologia scientifica utilizza l'analisi statistiche per analizzare i dati raccolti, valutare l'efficacia dei trattamenti clinici e per valutare gli effetti dei vari fattori sul comportamento umano.

  • Ricerca sul campo: la psicologia scientifica utilizza la ricerca sul campo per studiare il comportamento umano in situazioni reali e naturalistiche.

  • Valutazione psicologica: la psicologia scientifica utilizza strumenti di valutazione psicologica, come test, questionari e interviste, per misurare il comportamento, le emozioni e i pensieri dei pazienti.

In sintesi, la psicologia scientifica è un campo interdisciplinare che utilizza metodi e approcci diversi per comprendere il comportamento umano e i processi mentali.


Cosa significa approccio evidence based?


protocolli scientifici in psicoterapia e metodi evidence based

L'approccio evidence based si riferisce a un metodo di prendere decisioni in base a prove empiriche e alla documentazione scientifica. In pratica, significa che le decisioni e le pratiche sono basate sulle migliori evidenze disponibili, che sono state valutate e analizzate in base al loro grado di affidabilità e validità. L'approccio evidence based viene spesso utilizzato in ambito sanitario e scientifico, ma può essere applicato anche in altri campi dove è importante prendere decisioni basate su dati concreti.

I protocolli scientifici vengono definiti evidence based, ovvero basati su prove di efficacia.


Come si risolvono le fobie secondo la psicologia scientifica?

In base alla psicologia scientifica e all’approccio cognitivo comportamentale, le fobie possono essere risolte attraverso la progressiva esposizione alla fonte della paura. Questo significa che la persona affetta da fobia dovrebbe gradualmente avvicinarsi alla situazione o all'oggetto che teme, finché non si sente a proprio agio. In questo modo, la persona impara a superare la paura e a gestirla in modo appropriato.

Oltre all'esposizione graduale, la psicoterapia cognitivo comportamentale potrebbe suggerire anche tecniche di rilassamento e di respirazione per aiutare la persona a gestire meglio la situazione.

Tuttavia in caso di fobie o disturbi psicologici, è sempre consigliabile rivolgersi a un professionista qualificato, come uno psicologo o uno psicoterapeuta, per ricevere un aiuto adatto e personalizzato.


Qual'è la terapia scientifica più efficace per i disturbi alimentari?

La terapia più efficace per i disturbi alimentari dipende dal tipo di disturbo e dalle specifiche esigenze del paziente. Tuttavia, una terapia di successo di solito comprende una combinazione di interventi diversi, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), la terapia nutrizionale, la terapia farmacologica e la terapia familiare (fondamentale in caso di minori).

La terapia cognitivo-comportamentale aiuta i pazienti a imparare a riconoscere e affrontare i pensieri e i comportamenti disfunzionali relativi all'alimentazione e alla loro immagine corporea.

La terapia nutrizionale fornisce supporto per un cambiamento graduale e sano delle abitudini alimentari.

La terapia farmacologica può essere utilizzata per affrontare i sintomi specifici di alcune forme di disturbi alimentari, come la bulimia nervosa e le ossessioni tipiche dell’anoressia nervosa.

Infine, la terapia familiare coinvolge la famiglia del paziente per aiutare a migliorare la comunicazione, l'empatia e il supporto ed è fondamentale per i pazienti piccoli e giovani che vivono in famiglia.

Oggi è possibile integrare all'interno dell'approccio scientifico anche la tecnica EMDR per i disturbi alimentari perchè velocizza e consolida il lavoro sui traumi psicologici, le vere cause dei disturbi dell'alimentazione e della nutrizione.


Qual è la cura più efficace per l’ansia?

La terapia dell’ansia viene spesso affrontata con una cura psicofarmacologica prescritta da un medico psichiatra: ansiolitici, gocce e via dicendo.

Questo tipo di terapia agisce sul sintomo ma non ha il potere di scardinare le cause dell’ansia patologica, le vere radici del problema.

Per questo motivo è sempre opportuno nei casi di ansia patologica rivolgersi ad uno psicoterapeuta specializzato in disturbi d’ansia ed iniziare una psicoterapia con metodi evidence based specifici per l’ansia.

Sarà il terapeuta a valutare la necessità di unire alla psicoterapia anche una terapia farmacologica e di inviare il paziente dallo psichiatra.


La mia "prima volta dallo psicologo": quando cambiare psicologo


In questo video ti racconto la mia "prima volta dallo psicologo" e desidero farlo per incoraggiarti nel caso tu abbia avuto una prima brutta esperienza con la psicoterapia.

Ti racconterò la mia delusione e come ho trasformato quell'esperienza negativa in una risorsa preziosa per la mia vita. Buon visione



Quali sono gli enti di salute mentale internazionale che promuovono metodi e approcci di tipo scientifico?


Le ricerche sui metodi scientifici e i protocolli evidence based sono presenti nelle principali banche dati mediche e di psicologia; tra le principali vi segnalo:

National Institute of Mental Health USA - https://www.nimh.nih.gov/health/topics

American Psicological Association - https://www.apa.org/pubs/databases/psycinfo/

National Library of Medicine - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/


Servizio di psicoterapia con psicologo esperto a Milano oppure online

Ogni psicologo psicoterapeuta sceglie alcuni ambiti in cui formarsi di più e maturare maggiori competenze, per questo motivo quando soffri di un problema specifico è sempre utile consultare uno psicologo specializzato nella tua città oppure online.

Puoi consultare i miei ambiti di specializzazione qui.


Se cerchi uno psicologo esperto in ansia, fobie, traumi, disturbi alimentari che utilizzi metodi scientifici allora puoi prenotare la tua prima consulenza psicologica a Milano oppure online con me:




Se hai domande su questo argomento, puoi contattarmi o condividere le tue impressioni qui sotto, sarò felice di leggerti.


.

scarica meditazione guidata gratis psicologa
newsletter psicologa zaira salemi

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato sulle novità di Psicologia per il benessere mentale e ricevi gratis il mio audio con la meditazione guidata.



Zaira Salemi

Psicologa Psicoterapeuta

A Milano e Online


443 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page