Lo stress fa ingrassare? In che modo lo stress influenza il binge eating

Lo stress fa ingrassare? In che modo lo stress influenza il binge eating

Aggiornato il: 5 giorni fa

lo stress fa ingrassare

Lo stress può farti aumentare i battiti del cuore, può farti venire il mal di pancia e far sudare le mani.


Ma potrebbe anche incidere sul tuo comportamento alimentare.


Come mai molte persone ingrassano quando sono stressate e altre dimagriscono?


Come al solito la risposta sta nell’unicità dell’individuo: proprio perchè siamo tutti diversi, sia biologicamente che psicologicamente, la stessa situazione di stress può avere effetti differenti su persone diverse.


Oggi vorrei portare l’attenzione sul fatto che è possibile imparare a gestire lo stress senza rivolgersi al cibo, ma per prima cosa dobbiamo parlare del legame tra stress e abbuffate da un punto di vista fisiologico.


Lo stress è una delle cause sia del binge eating disorder (detta anche disturbo da alimentazione incontrollata) che del desiderio di mangiare troppo: infatti è comune per queste persone usare il cibo per affrontare la tensione o altre emozioni che vogliono disattivare - tra cui rabbia, tristezza e noia.



Stress e cibo

Il legame tra stress e cibo può portare a un ciclo di abbuffate che funziona così:


- Quando sei stressata, mangi molto.

- Dopo aver mangiato troppo, ti senti male, preoccupato o in colpa per l’aumento di peso, che di conseguenza ti rende più stressata.




Le situazioni stressanti che potrebbero farti mangiare troppo includono, ad esempio:


  • Un grande cambiamento di vita

  • Comportarti in maniera passiva nelle situazioni di vita quotidiana

  • Perdere una persona cara

  • Problemi di soldi

  • Problemi nella tua famiglia o nella tua relazione di coppia

  • Problemi al lavoro o con gli amici


Perché lo stress ti fa mangiare? Una causa delle abbuffate

Perché una pessima giornata in ufficio o una brutta litigata ti fanno venire voglia di tuffarti a capofitto in una scatola di biscotti o in un sacchetto di caramelle?

È perché durante i periodi difficili il tuo corpo produce maggiori quantità di un ormone chiamato cortisolo, che aumenta la fame . Se soffri di binge eating, hai già livelli più alti di questo ormone nel tuo corpo rispetto alle persone senza il disturbo. Questo ormone sprigiona il desiderio di mangiare sempre di più.


Ti senti molto meglio dopo aver mangiato dolci o carboidrati?

C'è un motivo: questi cibi dicono al tuo cervello di rilasciare una sostanza chimica chiamata serotonina, che stimola il tuo umore. Ecco perché i dolci, i biscotti e le patatine fritte sono spesso chiamati " conforto ", ma quest’effetto non dura a lungo.

Dopo aver mangiato questi cibi grassi, pesanti o molto zuccherini, il livello di zucchero nel sangue scenderà vertiginosamente e ti sentirai stanco e affaticato.


Come gestire lo stress senza cibo

DA SOLA:


Se pensi di avere un problema con il cibo puoi provare alcune tecniche da sola che possono aiutarti a scoprire cosa ti sta spingendo a esagerare con il cibo. Può aiutarti tenere un diario alimentare. Annota quando ti abbuffi e come ti senti mentre mangi.

Una volta che avrai scoperto cosa ti fa innervosire, puoi provare questi modi più salutari per gestire lo stress:


Esercizio fisico: Fai una bella passeggiata fuori o fai una lezione di fitness anche a casa da sola seguendo un video di youtube. Ricordi l'ormone dello stress chiamato cortisolo? L'esercizio fisico fa abbassare i livelli di cortisolo in modo da non sentire così forte il desiderio di mangiare.


Meditare. Concentrati sul tuo respiro per un po'. Può alleviare l'ansia e lo stress. Lo yoga è un ottimo modo per meditare ed allenarsi allo stesso tempo. Fare questo su base giornaliera potrebbe aiutarti a fare scelte più ponderate quando si tratta di cibo.


Ottenere supporto. Quando hai voglia di svuotare il barattolo dei biscotti, chiama invece un’amica o un parente. Possono aiutarti a distrarti.



CON UN TERAPEUTA:


Se non trovi miglioramenti, ricorda che alcuni disturbi sono molto difficili per essere affrontati da soli, quindi potresti trovare aiuto da uno specialista in disturbi dell’alimentazione con cui potresti imparare a:


  • rilassarti

  • gestire lo stress

  • gestire le tue emozioni

  • cambiare le tue abitudini di vita

  • alimentarti in maniera corretta

  • fare dei cambiamenti nella tua vita privata o lavorativa

  • sciogliere dei nodi emotivi di vecchia data ma che ancora ti fanno vivere la tua vita attraverso il cibo.

Se ti fa piacere risolvere il tuo problema insieme a me, prenota la tua prima consulenza psicologica on line oppure di persona nel mio studio.


Un abbraccio,


Zaira Salemi


351 visualizzazioni
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Linkedin Zaira Salemi
Dr.ssa Zaira Salemi
Psicologa Psicoterapeuta
a Milano e On Line
cell. 333 6138658  - info@zairasalemipsicologa.com
copertina minicorso png.png