top of page

Il trauma psicologico si trasmette da genitori a figli?

Aggiornamento: 12 dic 2023


trauma psicologico si trasmette da genitori a figli

Il trauma intergenerazionale


Il trauma intergenerazionale, a volte chiamato trauma transgenerazionale, è un termine usato per descrivere l'impatto di un'esperienza traumatica, non solo su una generazione, ma anche sulle generazioni successive dopo l'evento, figli e nipoti.

C’è chi si lascia andare al giudizio impietoso etichettando come genitori cattivi o sadici quelli che in realtà sono genitori traumatizzati.

Questo articolo infatti NON vuole essere in alcun modo accusatorio contro i genitori: quando un genitore ha subito dei traumi deve essere aiutato, non condannato!

La maggior parte dei genitori trasmette gli effetti dei propri traumi psicologici ai figli semplicemente perchè non è consapevole di farlo, talvolta non è neppure consapevole di aver subito dei traumi psicologici nè di subirne gli effetti.

La trasmissione intergenerazionale del trauma può avvenire non solo a causa dell'inconsapevolezza dell'impatto, ma anche a causa dello stigma nel richiedere le cure per problemi di salute mentale.

Il modo principale per aiutare a rompere lo stigma legato al trauma intergenerazionale è attraverso la conoscenza e la consapevolezza, concentrandosi sulle strategie per sostenere i genitori che abbiano subito dei traumi psicologici.

Parlare dei traumi è una missione rivolta a curare se stessi per migliorare le generazioni future.


Ci sono tante notizie di cronaca nera nel nostro paese, come gli omicidi familiari, i suicidi, la violenza psicologica e fisica tra consanguinei: questa parte oscura dell'umanità è il frutto di traumi psicologici che continuano a trasmettersi da una generazione all'altra e che si moltiplicano in modo esponenziale.


Quanti traumi intergenerazionali ritroviamo nei disturbi alimentari, nella depressione, nei disturbi psichiatrici? Ancora troppi, purtroppo.


Se ognuno di noi riuscisse a fare un po' meglio della propria generazione precedente potremmo avere un mondo più umano, più gentile e più compassionevole.

Ma per farlo occorre tanta informazione, tanta consapevolezza, molta cura e aiuto specialistico.


Se anche tu vuoi proteggere i tuoi figli e le generazioni future continua a leggere.


La ricerca sulla trasmissione intergenerazionale del trauma psicologico


trauma collettivo genocidio ebrei psicologo emdr

Gran parte della ricerca che è stata fatta su questo argomento è emersa da studi che hanno esaminato i bambini dei sopravvissuti all'Olocausto (trauma del genocidio).

Successivamente si è osservato che la trasmissione avviene anche per traumi diversi da quelli collettivi (come la guerra, le catastrofi, i genocidi), in particolare spiccano i traumi dell'attaccamento.


I traumi dell’attaccamento: genitori cattivi o inconsapevoli?


trauma psicologico violenza domestica violenza assistita

I traumi psicologici e in particolari i traumi dell’attaccamento, lasciano un impatto duraturo su una persona. Possono modellare i suoi pensieri, sentimenti e comportamenti, ma possono anche influenzare la genitorialità, la comunicazione e la connessione con i propri figli.


Genitori che non riescono a connettersi con i bisogni dei propri figli sono spesso stati bambini a con una serie di bisogni fondamentali frustrati.

Con il trauma intergenerazionale, un bambino è esposto indirettamente al trauma psicologico di un genitore, che può diventare un ciclo generazionale.


Quando un genitore non ha superato i propri traumi dell’attaccamento inconsapevolmente trasmetterà gli effetti del trauma ai propri figli, creando problemi di sviluppo per i bambini, che sono particolarmente suscettibili al disagio in giovane età.

In alcuni casi il genitore, involontariamente, metterà il bambino in situazioni simili che lo porteranno allo stesso trauma che lui stesso ha subito. proseguendo nell'articolo troverai alcuni esempi di casi reali in formato video.


Esempi di traumi dell’attaccamento sono:


  • divorzio o relazioni conflittuali tra i genitori

  • genitore detenuto

  • abbandono del genitore

  • lutto del genitore

  • violenza domestica

  • abuso infantile fisico, psicologico o sessuale

  • genitori con dipendenze da droghe o alcool

  • genitori con problemi psichiatrici


Come viene trasmesso il trauma transgenerazionale


Le esperienze traumatiche possono essere trasmesse per via fisiologica, per condizionamento ambientale e sociale.

I bambini adulti con genitori con diagnosi di Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD) o sopravvissuti a traumi dell’attaccamento descrivono spesso genitori danneggiati e preoccupati che erano emotivamente non disponibili quando necessario.


Ci sono vari modi in cui questi genitori possono trasmettere i loro sintomi ai figli, ad esempio:


  1. I genitori possono essere emotivamente distaccati e insensibili, ostacolando la capacità del bambino di sviluppare un ragionevole senso di sicurezza e prevedibilità nel mondo.

  2. I genitori possono avere difficoltà a modellare un sano senso di indipendenza, adeguati meccanismi auto-calmanti e regolazione emotiva e mantenere una prospettiva equilibrata quando sorgono sfide della vita o le normali crisi di sviluppo.

  3. I genitori possono essere troppo diffidenti e iperprotettivi trasmettendo ansia e sfiducia ai figli che costruiranno una visione negativa degli altri, del mondo e del futuro.

  4. I genitori possono arrendersi al trauma subito e trasmettere il senso di impotenza appresa ai propri figli, impedendogli di costruire meccanismi protettivi e vivendo il ripetersi del trauma come unico destino possibile.


Sintomi del trauma intergenerazionale


Le persone sperimentano reazioni diverse agli eventi traumatici e spesso non si rendono conto dell'impatto dell'evento sulle proprie emozioni e sui propri comportamenti.

I sintomi del trauma intergenerazionale possono variare a seconda degli eventi vissuti dalle famiglie e possono essere fisici, emotivi o comportamentali. I membri della famiglia che hanno subito eventi traumatici possono presentare sintomi associati al Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD) pertanto per questi individui non è strano avere familiarità con questi sintomi, possono sentirli “normali” invece che patologici.

abuso di alcool trauma psicologico violenza abuso emotivo

I sintomi del trauma intergenerazionale possono essere scambiati per altri disturbi e possono includere: negazione, depersonalizzazione, isolamento, perdita di memoria, incubi, ipervigilanza, abuso di sostanze o alcool, pensieri suicidi.



Altri sintomi comuni del trauma intergenerazionale possono includere ma non sono limitati a:

  • Sfiducia degli esseri umani

  • Rabbia

  • Irritabilità

  • Incubi

  • Paura

  • Incapacità di connettersi con gli altri, mancanza di empatia


Sintomi della trasmissione del trauma psicologico sui bambini


L'esposizione al trauma transgenerazionale può avere un effetto permanente sui bambini.

Per i bambini in età scolare è importante sapere che molti segni e sintomi si presentano quando i bambini frequentano l'ambiente scolastico anche se non c’entrano affatto con la scuola: il trauma non affrontato può manifestarsi con bambini che non vogliono andare a scuola, difficoltà di attenzione e concentrazione, abbandono scolastico, diminuzione dei risultati scolastici, disinteresse e demotivazione per lo studio e difficoltà di comportamento verso i pari o gli insegnanti fino a comportare sospensioni ed espulsioni.


I genitori cercano spesso le cause di questi comportamenti all’interno del sistema scolastico: a volte è la direzione corretta, altre volte invece bisogna analizzare il livello di stress a cui il bambino è stato esposto che costituisce un fattore di vulnerabilità per sviluppare un disturbo psicologico come ADHD, Disturbo Oppositivo provocatorio, Disturbo del Comportamento Dirompente e altri disturbi dello sviluppo.


Video: casi di trauma psicologico trasmesso da genitore a figlio


In arrivo la prossima settimana.



Guarire dal trauma intergenerazionale


Superare i nostri traumi psicologici è protettivo e responsabile nei confronti dei nostri figli e delle generazioni future.

Il trauma intergenerazionale si è formato nel corso di generazioni, in un periodo di tempo piuttosto lungo quindi non bisogna aspettarsi di riuscire ad invertire questa tendenza facilmente e in tempi brevi.

Sebbene la strada sia difficile, ci sono 5 passi pratici che bisogna compiere per guarire dal trauma intergenerazionale:

  • Condividi il segreto: segreti, bugie e inganni sono fondamentali per il trauma intergenerazionale. Per iniziare la guarigione, le persone devono conoscere l'entità dei problemi passati. Fatti raccontare la storia di vita dei tuoi genitori e magari dei tuoi nonni.

  • Identificare e discutere l'impatto: una volta condivisi i segreti, le persone possono iniziare a vedere l'impatto del trauma. Rabbia, tristezza, ansia e uso di sostanze potrebbero derivare da un trauma. Potrai comprendere molte dinamiche e fare numerosi collegamenti tra passato e presente.

  • Lavorare in squadra: con un trauma intergenerazionale, è difficile sapere chi è la vittima e chi l'autore. Piuttosto che puntare il dito, lavorate come una sola unità con l'obiettivo di migliorare la famiglia ora e per le generazioni future.

  • Evita gli errori del passato: qualunque pensiero, sentimento e comportamento sia nato da un trauma deve terminare, anche se sembra impossibile da sradicare. Non bisogna accontentarsi di capire, bisogna cambiare i propri comportamenti e i pensieri che li sostengono.

  • Coinvolgi i professionisti: il trauma ha sempre un impatto, ma il trauma intergenerazionale porta un pesante matassa da sbrogliare che richiede un trattamento professionale di psicoterapia per essere risolto.


Trattamento per il trauma intergenerazionale


Il trattamento per affrontare eventi traumatici che hanno un impatto sugli individui e sulle generazioni a venire è fondamentale e pertinente al processo di guarigione per le persone colpite e per le generazioni future.

Esistono vari metodi di trattamento relativi al trauma intergenerazionale, ognuno dei quali dovrebbe essere considerato da una prospettiva culturale quando si forniscono servizi, incluso lo sviluppo di un rapporto sicuro e di fiducia con lo psicoterapeuta specializzato in traumi psicologici.

Sia la consulenza individuale che la terapia familiare possono essere utili per la guarigione dal trauma. Di seguito cito i metodi scientifici più diffusi.


Terapia cognitivo comportamentale focalizzata sul trauma (TF-CBT)


La Terapia cognitivo comportamentale focalizzata sul trauma è una modalità di trattamento basata sull'evidenza scientifica per adulti, bambini e adolescenti che presentano sintomi correlati al trauma. Questo metodo di trattamento combina la psicoeducazione e le tecniche cognitive per insegnare ai pazienti come esprimersi, apprendere capacità cognitive di coping per affrontare i fattori di stress, sviluppare tecniche di rilassamento, creare ed elaborare narrazioni del trauma e gestire comportamenti che potrebbero essere dannosi per la loro salute mentale complessiva. salute.


Il modello EMDR per l’elaborazione del trauma complesso


Il metodo EMDR è il trattamento d’elezione per il Disturbo Post Traumatico da Stress.

Anche nel caso della trasmissione intergenerazionale del trauma e dei traumi dell'attaccamento i bambini possono sviluppare un PTSD perché la situazione che stanno vivendo (genitore assente, ambivalente, evitante, ecc.) può comportare un livello di stress troppo elevato per le capacità del bambino di far fronte a quell’evento.



Terapia dell'esposizione narrativa


La terapia dell’esposizione narrativa è un modello terapeutico che si concentra sul trattamento di pazienti che hanno vissuto esperienze traumatiche complesse o multiple.

Il metodo è spesso utilizzato in contesti di gruppo o di comunità e includono, ma non sono limitate, a persone che hanno subito traumi politici o culturali, come la guerra o il genocidio nel proprio paese o diventare un rifugiato.

Uno degli obiettivi di NET è aiutare i pazienti a riformulare l'esperienza traumatica in un modo che consenta loro di contestualizzare l'esperienza, diminuendo il potere generale che le esperienze traumatiche hanno avuto nella vita dei clienti. Questa modalità terapeutica si concentra sui pazienti che raccontano i loro eventi della vita, ma in un modo che integra anche alcuni eventi positivi che il cliente ha vissuto.


Il modello di trattamento del trauma intergenerazionale genitori - figli


Il modello di trattamento del trauma intergenerazionale genitori - figli si concentra su traumi complessi specifici per i bambini e i loro genitori/tutori. Questo si basa su oltre 20 anni di ricerca scientifica, sviluppo e pratica clinica ed integra la teoria informata del trauma, la teoria dell'attaccamento e le tecniche cognitivo-comportamentali avanzate.

Questo modello è progettato per trattare l'impatto del trauma irrisolto dall'infanzia nei genitori prima di coinvolgere il bambino nel trattamento, in effetti questo modello terapeutico tratta due generazioni contemporaneamente, aumentando il funzionamento sia del bambino che del genitore.


Hai bisogno di uno psicologo esperto in traumi intergenerazionali a Milano e Online?


Se desideri elaborare e superare i tuoi traumi irrisolti per vivere una vita più libera e soddisfacente e per proteggere i tuoi figli e le generazioni future puoi prenotare la tua prima seduta con me.


Contattami a questa pagina oppure fissa una prima seduta con me in studio a Milano oppure online.




E se anche tu, come me, desideri un mondo migliore per le generazioni future, condividi questo articolo e aiuta a moltiplicare l'informazione e la consapevolezza.


Se vuoi contattarmi o condividere le tue impressioni puoi farlo qui sotto, sarò felice di leggerti.


.

scarica meditazione guidata gratis psicologa
newsletter psicologa zaira salemi

Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato sulle novità di Psicologia per il benessere mentale e ricevi gratis il mio audio con la meditazione guidata.



Zaira Salemi

Psicologa Psicoterapeuta

A Milano e Online








540 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page