top of page

Cosa c'entra il cibo con l'attaccamento?

Aggiornamento: 29 mag 2023


Comportamento alimentare e attaccamento


Sapevi che il modo in cui ci alimentiamo è fortemente influenzato dallo stile di attaccamento che abbiamo sviluppato con i nostri genitori o con le persone che si sono prese cura di noi (caregivers)?


Il comportamento alimentare sano inizia nell'infanzia, dal momento in cui i bambini e i loro genitori stabiliscono una relazione in cui riconoscono e interpretano i segnali di comunicazione verbale e non verbale l'uno dell'altro. Questo processo reciproco costituisce una base per il legame di attaccamento emotivo tra fanciulli e genitori che è essenziale per un sano funzionamento sociale.


Qquando tutto funziona, uno stile di attaccamento sicuro con i propri genitori o caregivers è solitamente un buon predittore di una sana relazione con il cibo.

Quando invece avviene un'alterazione nella comunicazione tra bambini e caregiver, caratterizzata da interazioni incoerenti e non reattive, il legame di attaccamento potrebbe non essere sicuro e il momento del pasto potrebbe diventare un'occasione per battaglie improduttive e faticose sul cibo.


I bambini che non forniscono segnali chiari ai caregiver o che non rispondono agli sforzi dei loro caregiver per aiutarli a stabilire una routine prevedibile per mangiare, dormire e giocare sono a rischio di problemi di autoregolazione che possono includere l'assunzione di cibo.


I neonati prematuri o malati possono essere meno reattivi dei bambini sani nati a termine e meno capaci di comunicare fame o sazietà.


I caregivers che non riconoscono i segnali di sazietà dei loro bambini possono sovralimentarli, facendo in modo che i bambini associno sentimenti di sazietà con frustrazione e conflitto.


Se desideri una consulenza per genitori puoi prenotare una seduta con me:




Zaira Salemi

Psicologa Psicoterapeuta

A Milano e Online






146 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page